quei sacerdoti che non credono in Cristo

i burocrati di Dio che non conoscono gli uomini
eppure Gesù era risorto
 
Credevo di aver sentito male ed invece sono stato confortato da altri che erano presenti con me ieri pomeriggio ad una tristissima cerimonia funebre.
Una giovane donna lascia il suo compagno e vola al cielo.
Il compagno è lì nella disperazione e nel dolore con la famiglia della ragazza.
La celebrazione in una chiesa, tra la gente… una folla di fedeli e di familiari, di persone amiche, di semplice gente che conosce il dolore e la sofferenza del vivere quotidiano e riconosce alla Chiesa ed alla cerimonia il ruolo di "ultimo estremo saluto".
Già dimenticando il concilio Vaticano II voluto da un Papa come Giovanni XXIII, la preghiera dei fedeli si trasforma, anche in quel pomeriggio, in una solipsistica autocelebrazione…. il dipendente della gerarchia gerarchica che prega ("lui") per gli altri.
Alla gente, al popolo di Dio non resta che ascoltare e pregare, per chi lo fa, in silenzio.
Non viene chiesto a nessuno di pregare in pubblico di dire un messaggio, il proprio dire e parlare del dolore e del conforto.
Non spetta a loro, la gente in chiesa non ha diritti, ha solo doveri….. 
 
Così …. improvvisamente un vuoto ed uno sbigottito silenzio.
Il gerarca ecclesiastico prega per la famiglia, dimentica (?) o forse no, che la ragazza morta ha un compagno, per lo Stato quel compagno è un marito che avrebbe sposato di lì a pochi giorni anche con rito religioso.
Il gerarca dimentica quel ragazzo, la sua tragedia, il suo essere sposo e compagno.
Il geraraca va avanti per la sua strada e pur pagato, come tutti i dipendenti della "sua" chiesa, con denaro pubblico, con i soldi dello Stato e della gente, ignora che offende lo Stato e la gente e soprattutto quel ragazzo che, in quei tragici momenti così come mentre io scrivo, ha ben altro a cui pensare.
Un’omissione o una mancanza di rispetto per l’uomo, il marito, il futuro padre e la persona?
 
Se fosse stato un onorevole deputato, magari del partito di Casini [peraltro divorziato come tutti i leader della destra] quel ragazzo sarebbe stato chiamato sposo?
Avrebbe avuto il gerarca ecclesiastico il coraggio di dimenticarlo o è sempre la legge dei ricchi sui poveri quella che vince?
 
Questi "impiegati di Dio" che vendono ed impongono la religione come l’ennesima verità totale si chiedono se Gesù è esistito e risorto ?
 
e poi non era stato proprio Gesù a combattere i formalismi ed a procedere verso gli ultimi, i peccatori, le prostitute senza emettere giudizi ma donando se stesso prima ancora di finire sulla croce ammazzato proprio dai Farisei del suo tempo ?
 
Io regalo a quei signori una bella notizia:
"Gesù è risorto"
anche nel 2010 e nonostante tutto
"Gesù è risorto"
è risorto nei bambini che corrono, nelle mamme che si preoccupano, nei papà che si affaticano,
è risorto nelle persone che si indignano, nei vecchi che ci guardano con le lacrime agli occhi, negli operai che perdono il lavoro
è risorto Gesù nelle mani dei diseredati senza uno scopo nella loro giornata se non quella di sopravvivere
è risorto Gesù in quei santi civili che ogni giorno affrontano con orgoglio la fatica della vita
Quei santi non hanno bisogno di tribunali ecclesiastici e ricchi cardinali dalle toghe di seta per essere santi, lo sono già e questo Cristo – certamente – lo sa già…..
 
_____________________________________________________________________________
Mille le citationi possibili del Nuovo Testamento
Mt. 7, 3 sulla chiesa dei gerarchi che giudicano e condannano e sono pieni di colpe gravi che emergono dopo secoli, decenni e chissà quando finiranno……
ed ancora
Mt. 10, 34 prendete il coraggio a due mani e, nella giornata di di commemorazione di Peppe Diana, visto che di coraggio non siete fatti almeno rimanete in silenzio………
 
 
______________________________________________________________________________
Mi vergogno di appartenere alla razza umana per l’esistenza di persone così.
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri in Libertà. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...